NEWS SCIENTIFICHE
Eventi
Ultima Pubblicazione

AA.VV.

Curatore:

Rhesis

International Journal of Linguistics, Philology, and Literature

 

Argomenti: Linguistica, filologia, letteratura

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: Dipartimento di Linguistica e Stilistica

Anno: 2011

ISBN: ISSN 2037-4569

Collana:

È on line il secondo numero della rivista dipartimentale 'Rhesis': vol. 2.1. Linguistics and Philology (data di pubblicazione 01.09.2011): http://www.diplist.it/rhesis/index.php . Le scadenze per l'invio al Comitato Redazionale dei contributi per il prossimo numero sono le seguenti:
Rhesis-Linguistics and Philology: 31.03.2012;
Rhesis-Literature: 15.09.2012.

Vi segnaliamo inoltre...

Curatore: Joan Armangué i Herrero

Quaderno di cultura sarda

 

Argomenti: Cultura sarda

Luogo edizione: Dolianova

Edizione: Grafica del Parteolla

Anno: 2010 (dic

ISBN: 978-88-96778-39-5

Collana: n. 9

La rivista semestrale Insula, dell’Arxiu de Tradicions, è un “Quaderno di cultura sarda” aperto a tutti i colleghi della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere e del Dipartimento di Linguistica e Stilistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Il numero 9, apparso nel dicembre 2010, raccoglie i seguenti contributi: Joan Armangué (Università di Cagliari), Continuità della lingua catalana in Sardegna, fra Medioevo ed Età Moderna; Gabriel Andrés  (Università di Cagliari), Romance del cautivo Antonio de Salafranca, natural de Cerdeña; Angelo Carboni (Libero ricercatore), Giuan Maria Demela Pesuciu. Sa vida e sas cantones; Francesca Melis (Arxiu de Tradicions), Un manoscritto inedito di Matteo Luigi Simon: ‘Consigli morali alle figlie’; Frantziscu Casula (Comitadu pro sa limba sarda), Sa chistione de sa limba in Montanaru e oe; Roberto Rattu (Arxiu de Tradicions), Le denominazioni popolari delle chiocciole nelle varietà sarde meridionali; Roberto A. Pantaleoni – Stefania Bagella (Istituto per lo Studio degli Ecosistemi, CNR – Università  degli Studi di Sassari), Achille Costa (1823-1898), entomologo naturalista esploratore, e i suoi viaggi in Sardegna; Maria Cabrera i Callís (Universitat de Barcelona), El rotacisme de /d/ intervocàlica en alguerès. Interpretació fonològica i anàlisi quantitativa de la variació.


Fulgenzio di San Renato

Curatore: Joan Armangué i Herrero

Memoriale giustificativo

Autobiografia di un visionario sardo (Oristano, 1710)

 

Argomenti: Cultura sarda

Luogo edizione: Dolianova

Edizione: Grafica del Parteolla

Anno: 2010

ISBN: ISBN: 978-88-96778-08-1

Collana:

La Biblioteca Nazionale di Madrid custodisce la copia di un documento di eccezionale interesse: il Memorial justificativo al Papa (Clemente XI), en el que narra su vida, persecuciones y prodigios realizados por el autor, vale a dire, Fulgenzio de San Renato, scolopio di Nuraminis. Il documento consiste in due lettere, la prima firmata a Oristano nell’anno 1710, la seconda a Madrid il 14 febbraio 1715.
Con il suo Memorial l’autore non cerca soltanto di chiedere udienza per passare a Roma ed esporre di persona il suo caso al papa, ma costruisce un discorso di carattere autobiografico nel quale narra i miracoli, i prodigi, le profezie e le visioni che avevano illuminato la sua esperienza mistica, senza tralasciare le continue lotte contro il diavolo e i frequenti rapporti con gli angeli, uno dei quali lo avrebbe accompagnato in un’occasione fino all’inferno.


Gamaliel Churata

Curatore: Riccardo Badini

Resurrección de los muertos

 

Argomenti: Letterature straniere - Ispanoamericanistica

Luogo edizione: Lima

Edizione: ANR (Asamblea Nacional de Rectores)

Anno: 2010

ISBN: 9786124011276

Collana:

Edizione commentata con saggio introduttivo dell’opera inedita dello scrittore indigenista Gamaliel Churata (Arequipa, Perù 1897 – Lima 1969)  Resurrección de los muertos.
In un momento in cui si osserva il passaggio delle popolazioni autoctone americane da oggetto di studio a soggetti attivi della scena culturale e politica, la publicazione di Resurrección de los muertos torna a proporre i meccanismi di adozione culturale verso il mondo andino, come una profonda sfida di rinnovamento ermeneutico. Le basi del pensiero occidentale, il pensiero filosofico greco e moderno, la storia delle religioni sono riviste e confutate da una prospettiva inedita e andina, permettendo una rivisitazione dell’autore puneño che ancora oggi aspetta il giusto riconoscimento all’interno della storia letteraria peruviana.

 

 


Curatore: Joan Armangué i Herrero

«Insula», núm. 8 (luglio 2010)

 

Argomenti: Cultura sarda

Luogo edizione: Dolianova

Edizione: Grafica del Parteolla

Anno: 2010

ISBN: 978-88-96778-21-0

Collana:

La rivista semestrale Insula è un “Quaderno di cultura sarda” aperto a tutti i soci dell’Arxiu de Tradicions e ai colleghi della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere e del Dipartimento di Linguistica e Stilistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Il numero 8, apparso nel luglio 2010 e dedicato allo studio de «I ‘goccius / gosos’ sardi nel loro contesto etnopoetico» (Seminario celebrato presso il Dipartimento in data 16-17 aprile 2010) raccoglie i seguenti contributi: Ignazio PUTZU (Università di Cagliari), «Presentazione»; Josefina ROMA (Universitat de Barcelona), «Els goigs com a mite i èpica local»; August BOVER (Universitat de Barcelona), «I ‘goccius’ nei Paesi Catalani e in Sardegna: un’evoluzione parallela»; Joan ARMANGUÉ (Università di Cagliari), «I precedenti dei ‘gosos’ sardi (metrica: secoli XV e XVI)»; Jaume AYATS (Universitat Autònoma de Barcelona), «Paral•lelismes musicals i situacionals entre els ‘goigs’ i els ‘gosos’»; Ignazio MACCHIARELLA  (Università di Cagliari), «Varietà del far musica nel canto dei ‘gosos’»; Antonio PINNA (Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna), «I ‘gosos’ e la paraliturgia: incrocio fra tradizione popolare e tradizione colta. Due casi di studio»; Roberto CARIA (Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna), «Attualità e vitalità dei ‘gosos’. L’esperienza decennale del forum di Senis (OR)».
L’indice dei volumi anteriori è consultabile nell’indice finale relativo a ogni numero. Insula, inoltre, può essere letta in linea, nella pagina web dell’Arxiu de Tradicions,
http://www.sre.urv.es/irmu/alguer/ (menù verticale a sinistra, voce “Revista Insula”).


Curatore: Joan Armangué i Herrero

«Insula» núm. 7 (giugno 2010)

Quaderno di cultura sarda

 

Argomenti: Cultura sarda

Luogo edizione: Dolianova

Edizione: Grafica del Parteolla / Arxiu de Tradicions

Anno: 2010

ISBN: 978-88-96778-20-3

Collana:

La rivista semestrale Insula è un “Quaderno di cultura sarda” aperto a tutti i soci dell’Arxiu de Tradicions e ai colleghi della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere e del Dipartimento di Linguistica e Stilistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Il numero 7, apparso nel giugno 2010, raccoglie i seguenti contributi: Alberto AREDDU (Liceo Artistico di Olbia), «Il nome delle ‘launeddas’: un’ipotesi etrusco-italica»; Giuseppe SECHE (Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea del CNR – Cagliari), «Barisone I d’Arborea e il primo documento sul castello di Marmilla»; Joan ARMANGUÉ (Università di Cagliari), «Il fondo sardo-catalano della Collezione Bonsoms della Biblioteca de Catalunya (s. XV)»; Gabriel ANDRÉS (Università di Cagliari), «Nuevo romance del judío mesonero de Cerdeña»; Guido SARI (Biblioteca Comunale «Rafael Sari» di Alghero), «L’algherese e il sardo. Per una rilettura dei rapporti tra lingue minoritarie in contatto»; Maria-Rosa LLORET – Jesús JIMÉNEZ dell’Universitat de Barcelona – Universitat de València), «Sobre les vocals afegides de l’alguerès»; Roberto RATTU (Arxiu de Tradicions), «Medicina, blasone popolare e magia in alcuni nomi popolari di insetti in Sardegna»; Renato CAPOCCHIA, Antonello V. GRECO (Arxiu de Tradicions), «Costruire, tramandare, esprimersi. Calx, calç, cracina. La calce nei repertori proverbiali latino, catalano e sardo».


Nicoletta Dacrema

Curatore:

Rilke prima di Rilke

 

Argomenti: Letteratura tedesca

Luogo edizione: Levico Terme (Tn)

Edizione: CSSEO

Anno: 2010

ISBN: 88-87667-16-0

Collana: Centro Studi sulla Storia dell'Europa Orientale

I saggi contenuti nel volume portano all'attenzione di un vasto pubblico un aspetto poco noto dell'opera giovanile di Rainer Maria Rilke, ovvero la sua prima produzione in prosa. Rimasta a lungo inedita, trattata dalla critica con sufficienza, poco considerata dal suo stesso autore, in realtà questa prosa si rivela l'essenziale momento di formazione del poeta. Oggi, che sono ormai stati dati alle stampe tutti i testi giovanili di Rilke, è finalmente possibile verificare 'sul campo' come quell'opera mantenga una sorprendente vitalità, non solo se considerata in sé, ma anche quando la si accosti alla grande produzione della maturità.


Curatore: Ignazio Putzu, Giulio Paulis, Gian Franco Nieddu e Pierluigi Cuzzolin

La morfologia del greco tra tipologia e diacronia

 

Argomenti: Greco, linguistica storica, tipologia linguistica

Luogo edizione: Milano

Edizione: FrancoAngeli

Anno: 2010

ISBN: 9788856817676

Collana: Materiali linguistici Università di Pavia

Una decisa novità nell’attuale dibattito scientifico sulle lingue ‘classiche’ è il ricorso alle più recenti acquisizioni teoriche ed empiriche della linguistica generale al fine di inquadrare in modo diverso fenomeni che non avevano potuto trovare un trattamento adeguato o soddisfacente sulla base dei paradigmi impiegati in precedenza. In particolare, l’applicazione della tipologia linguistica alla poderosa tradizione scientifica relativa alle lingue indoeuropee antiche si sta rivelando estremamente feconda e promette ulteriori ampi sviluppi. D’altro canto, l’attenzione della tipologia linguistica per il greco ha aperto una dimensione di confronto con le altre lingue che fa del greco medesimo una lingua ormai ampiamente utilizzata nel dibattito linguistico generale.
In tale quadro, il volume offre un’ampia serie di studi che indagano le problematiche inerenti alla morfologia del greco integrando approccio tipologico e prospettiva storico-diacronica
Dati importanti su cui riflettere e su cui condurre ulteriori indagini sono dunque ora a disposizione non solo del grecista, ma di chiunque si interessi di diacronia delle lingue indeuropee, di tipologia e di teorie morfologiche più in generale.

Saggi di Philip Baldi, Emanuele Banfi, Marina Benedetti, Anna Bonifazi, Luisa Brucale, Albio Cesare Cassio, Guido Cifoletti, Carlo Consani, Pierluigi Cuzzolin, Alessandro De Angelis, Francesca Dell’Oro, Paolo Di Giovine, Valentina Gasbarra, Nicola Grandi, Mario Iodice, Sara Kaczko, Konstantinos Kakarikos, Romano Lazzeroni, Elisabetta Magni, Lucio Melazzo, Roberta Melazzo, Celestina Milani, Franco Montanari, Maria Napoli, Mario Negri, Paolo Poccetti, Anna Pompei, Marianna Pozza, Nicoletta Puddu, Ignazio Putzu, Paolo Ramat, Domenica Romagno, Andrea Sansò, Edoardo Scarpanti, Domenico Silvestri, Olga Tribulato, Liana Tronci, Andreas Willi, Jo Willmott.

 


Curatore: Joan Armangué i Herrero

INSULA - 6

 

Argomenti:

Luogo edizione: Dolianova

Edizione: Grafica del Parteolla

Anno: 2009

ISBN:

Collana:

La rivista semestrale Insula è un “Quaderno di cultura sarda” aperto a tutti i soci dell’Arxiu de Tradicions e ai colleghi della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere e del Dipartimento di Linguistica e Stilistica dell’Università degli Studi di Cagliari. Il numero 6, apparso nel dicembre 2009, raccoglie i seguenti contributi: Simona LEDDA (Arxiu de Tradicions), Demetra, ragioni e luoghi di culto in Sardegna; Aldo SARI (Università di Sassari), L’arte in Sardegna nel XIV-XV secolo e il polittico dell’Annunciazione di Joan Mates; Joan ARMANGUÉ (Università di Cagliari), Joan Roís de Corella e gli incunaboli della Biblioteca Universitaria di Cagliari; Marcello A. FARINELLI (Universitat Pompeu Fabra), Il fascismo ad Alghero. Italianizzazione alla periferia del regime; Antonio TRUDU (Università di Cagliari), Franco Oppo: il musicista organico; Roberto RATTU (Arxiu de Tradicions), Le denominazioni popolari della libellula nelle varietà sarde meridionali; Pilar PRIETO, Teresa CABRÉ, Maria del Mar VANRELL (Universitat Pompeu Fabra – Universitat Autònoma de Barcelona), El projecte de l’‘Atles interactiu de l’entonació del català’: el cas de l’Alguer.
L’indice dei volumi anteriori è consultabile nell’indice finale relativo a ogni numero. Insula, inoltre, può essere letta in linea, nella pagina web dell’Arxiu de Tradicions, http://www.sre.urv.es/irmu/alguer/ (menù verticale a sinistra, voce “Revista Insula”).


Joan Tomás Porcell

Curatore: María Dolores García Sánchez

Información y curación de la peste de Zaragoza y praeservación contra peste en general

 

Argomenti: Letteratura sardo-ispanica, storia della medicina

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: CUEC

Anno: 2009

ISBN: 978-88-8467-561-3

Collana: Scrittori sardi

Pubblicata a Saragozza nel 1565, Información y curación de la peste de Zaragoza y praeservación contra peste en general è il risultato dell'esperienza clinica maturata da Joan Tomás Porcell presso l'Ospedale Generale. Il medico sardo compie uno studio sistematico della malattia, mediante la raccolta di dati statistici e la realizzazione di dissezioni sui cadaveri degli appestati: gli storici della medicina, per tale lavoro, lo considerano tra i fondatori dell'epidemiologia moderna.


Apel·les Mestres

Curatore: Joan Armangué i Herrero

Tradicions

 

Argomenti: Letteratura catalana

Luogo edizione: Valls

Edizione: Cossetània Edicions

Anno: 2009

ISBN: 978-84-9791-569-4

Collana:

Apel.les Mestres (1854-1936) è stato, insieme a Jacint Verdaguer, il principale poeta catalano del XIX secolo. Nato a Barcellona, fin da molto giovane avviò nella capitale della Catalogna un ambizioso ventaglio de pogetti artistici. Nonostante i suoi debiti iniziali nei confronti della poesia castigliana di tradizione romantica, ben presto se ne allontanò per aprirsi alle influenze letterarie che arrivavano dall’Europa, anticipando quindi il Modernismo. Privilegiò, insieme all’attività giornalistica e poetica, un’opera grafica che gli permise di collaborare alle principali riviste letterarie. Con la vecchiaia dovette rinunciare al disegno, ma riprese la produzione teatrale, ormai completamente inserito nel Modernismo estetico. Nel 1895 apparvero le Tradicions, il primo libro di prosa creativa del grande poeta, con il quale si inserì con successo nel movimento intellettuale del periodo, che cercava di recuperare  per l’alta cultura il patrimonio letterario popolare.


Curatore: Maria Elena Ruggerini (in collaborazione con Veronka Sz�

Studi anglo-norreni in onore di John S. McKinnell.

 

Argomenti: Filologia germanica

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: CUEC

Anno: 2009

ISBN: 978-88-8467-527-9

Collana:

Il volume si articola in due sezioni tematiche, precedute da una breve nota di Raffaele Morabito, italianista dell’Università dell’Aquila, il quale ha voluto in questo modo onorare l’amicizia di lunga data che lo lega al destinatario. La prima parte della raccolta è dedicata in prevalenza alla letteratura inglese medievale; essa include saggi che trattano di iconografia, metrica, poesia biblica e agiografia del periodo antico (Cocco, Stanley, SzÅ


Ibrahim Nasrallah

Curatore: Wasim Dahmash

Versi

 

Argomenti: Letteratura araba

Luogo edizione:

Edizione: Edizioni Q

Anno: 2009

ISBN: 978-88-903969-1-5

Collana: Zenit

Le poesie contenute in quest'antologia - la prima in italiano del poeta e scrittore palestinese Ibrahim Nasrallah - sono tratte da raccolte diverse formate da serie monotematiche e vogliono essere esemplificative della sua vasta produzione. Una produzione che s'inscrive in quel genere di poesia araba che, superata la fase di adesione al verso libero occidentalizzante, è più attenta agli aspetti formali e contenutistici nei quali la memoria dell'antica tradizione letteraria agisce come possibilità di mutamento dell'esistente. Rivisitati e rielaborati in chiave sperimentale, forme e temi sono ripensati per addentrarsi nelle profondità dei problemi contemporanei: la lotta anticoloniale - una condizione ancora attuale per i palestinesi - anzitutto. Alimentata dal movimento culturale della fine del XIX secolo, la tensione verso il rinnovamento che caratterizzava allora l'oriente arabo, riprende e rielabora l'eredità culturale ancora viva e dinamica nell'indicare una memoria implicita, legata strettamente al sentire comune, e una esplicita, che dalla sedimentazione trae la possibilità di veicolare la simbolizzazione di immagini e idee.

Nato ad Amman nel 1954 in un campo profughi, Ibrahim Nasrallah alterna la scrittura poetica a quella in prosa. Dai lettori arabi è particolarmente apprezzata la sua poesia per la quale ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Due dei suoi romanzi sono stati tradotti in italiano: Febbre, Edizioni Lavoro, Roma 1999 e Dentro la notte, Ilisso, Nuoro 2004.

 


Gabriella Mazzon

Curatore:

Interactive Dialogue Sequences in Middle English Drama

 

Argomenti: Linguistics

Luogo edizione: Amsterdam & New York

Edizione: Benjamins

Anno: 2009

ISBN: 978 90 272 8954 4

Collana: Pragmatics & Beyond New Series 185

This book looks at mediaeval English drama using the theoretical frameworks of historical sociopragmatics and dialogue analysis. It focuses on the collection of cycle plays known as the N.Town Plays, preserved in a manuscript from the fifteenth century. The book examines various linguistic markers that are important for the expression of social relations and pragmatic stance: pronouns and terms of address, modal markers, performatives, and sequential structures such as question-answer, imperative-compliance, etc. These elements are examined separately and then brought together to arrive at a more integrated analysis of dramatic dialogue and of the dynamics of interaction it portrays. A separate chapter is devoted to tracing the same mechanisms on a different communication level, i.e. in 'dialogue' with the audience, which is particularly relevant to the instructional purposes of the plays. The book will be useful to students and scholars of pragmatics, historical linguistics, dialogue studies and drama studies. 


Eduard Tola i Güell

Curatore: Joan Armangué i Herrero

Cortes Españolas de Cerdeña

Edició íntegra del manuscrit inèdit

 

Argomenti:

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: Arxiu de Tradicions

Anno: 2009

ISBN: 978-88-89978-96-2

Collana:

Lungo la sua permanenza in Sardegna (1887-1890) il console spagnolo Eduardo Toda, fra tante altre attività di carattere erudito, scrisse una storia delle Cortes Españolas en Cerdeña che allegò alla serie di 20.000 documenti di interesse parlamentario sardo, trafugati non sempre in modo regolare dagli archivi locali, e posteriormente versati presso l’Archivio del Parlamento spagnolo, dove tuttora si trovano. La sua memoria relativa alla storia dei Parlamenti sardi durante i secoli di dominazione catalano-aragonese e spagnola rimase inedita, per cui ora la sua pubblicazione integrale rende agli studiosi un ricco catalogo di fonti poco conosciute dagli storici sardi.


Curatore: Joan Armangué y Herreo e Caterina Valriu

Illes i insularitat en el folklore dels Països Catalans

 

Argomenti: Catalanistica

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: Arxiu de Tradicions

Anno: 2009

ISBN: 978-88-89978-86-3

Collana: Serie Atti, 10

Atti del IX Simposio dell’Arxiu de Tradicions de l’Alguer e IV Incontro del Gruppo di Studi Etnopoetici (GEE) della Societat Catalana de Llengua i Literatura (SCLL), filiale dell’Institut d’Estudis Catalans (IEC), celebrato ad Alghero nel mese di novembre di 2008. Sotto il titolo di «Isole e insularità nel folklore dei Paesi Catalani», l’argomento centrale del Simposio è una riflessione sull’insularità intesa nel suo senso più ampio, sia dal punto di vista della tematica (isole reali o immaginarie; concrette o simboliche), sia in relazione agli autori (insulari o isolati), in qualunque genere della letteratura orale. Il lettore troverà in questo volume, quindi, studi sulla presenza dell’oralità e la tradizione popolare in opere di letteratura medioevale o contemporanea, articoli sugli improvvisatori delle Baleari, sulle caratteristiche delle fiabe e le leggende valenzane e maiorchine, analisi di materiali orali raccolti nella frontiera linguistica fra la Catalogna e Aragona e fra Valenza e Murcia, e un’analisi dell’isola nel folklore comico contemporaneo. In relazione alla nostra Isola, il co-curatore del volume, Joan Armangué, pubblica un articolo su «Eduard Toda, fra la Corsica e la Sardegna. Ricerca etnografica (1887)».


Fabio Vasarri

Curatore:

Chateaubriand e la gravità del comico

 

Argomenti: Letteratura francese

Luogo edizione: Taranto

Edizione: Lisi

Anno: 2009

ISBN: 9788888834092

Collana:

L'immagine ufficiale, cupa e tormentata, di Chateaubriand ha occultato a lungo l'esistenza di una dimensione comica nei suoi testi, dall'Itineraire alla Vie de Rancé, passando inevitabilmente per i Mémiores d'outre-tombe. Questo elemento, che non sconvolge necessariamente il quadro generale ma lo arricchisce, è qui indagato per la prima volta in maniera sistematica nelle sue svariate manifestazioni e gradazioni. La rassegna lettararia (dalla comicità di situazione e di carattere a un residuo di "esprit" salottiero e a un'autoironia puramente retorica) per poi evidenziare soluzioni più controverse e innovative (satira violenta, fisicità smodata, deformazione linguistica, umorismo nero e autenticamente autoironico). La trattazione integra l'analisi dei testi con le frammentarie dichiarazioni di poetica e con i dati biografici più significativi, senza trascurare il problematico confronto con le nazioni coeve di ironia romantica, grottesco e comico assoluto. Il caso Chateaubriand, con le sue contraddizioni e i suoi compromessi, viene così ricollocato senza forzature nel processo di formazione del riso moderno.


Curatore: Francesca Chessa, Giovanni Dotoli

Les dictionnaires de spécialité. Une ouverture sur les mondes

Actes des Journées Italiennes des Dictionnaires

 

Argomenti: Linguistica

Luogo edizione: Fasano (BR)

Edizione: Schena

Anno: 2008

ISBN: 978-88-8229-819-7

Collana: Biblioteca della Ricerca: Linguistica

Les Dictionnaires de Spécialité: une ouverture sur les mondes rassemble les contributions des participants aux IIIèmes Journées de Dictionnaires qui se sont tenues à Cagliari le 3 et 4 octobre 2008, sous les auspices de la Faculté de Langues et Littératures Etrangères et du Dipartimento di Linguistica e Stilistica. La lexicographie de spécialité est d’autant plus complexe que le contenu des dictionnaires appelés « spéciaux » est difficile à classer. D’ailleurs, comme nous rappelle Alain Rey dans son article, "rien de plus vague que la notion de « spécialité », qui recouvre des catégories très différentes, dont l’une relève du découpage thématique de la réalité, représentée par celui des formes lexicales ou des termes d’un domaine". Du domaine de l’informatique, en pleine expression et protagoniste d’une évolutions très rapide, à la langue de l’administration, du tourisme et des médias, au traitement de certaines collocations dans la langue du droit, à l’idée d’un sémantisme à contenu culturel transmis par des éléments plus longs que les mots – c’est le cas des dictionnaires des citations -  les auteurs des articles traversent cet universe de spécialités langagières en analysant, dans une perspective tant diachronique que synchronique, ses différents aspects micro-et macrostructurels.


Curatore: Françoise Bayle

La novella contemporanea nel Quebec

 

Argomenti: Letteratura

Luogo edizione: Capoterra (CA)

Edizione: R & DT

Anno: 2008

ISBN:

Collana:

Il mondo della novella è particolarmente ricco e complesso e quel tipo di prosa conosce un successo di pubblico sempre crescente. La novella contemporanea nel Québec, a cura di Françoise Bayle propone un tentativo di classifica delle varie correnti che, nel Québec, portano quel genere letterario in direzioni multiple e differenti. Negli ultimi cinquant’anni sono stati pubblicate alcune centinaia di raccolte. Il volume citato sopra esamina e illustra i principali orientamenti della scrittura novellistica e presenta esempi tratti dalle opere più note dei diversi capofila proponendo al lettore il teso originale e la traduzione a fronte. Il libro è elegante, complesso e ben articolato. Le traduzioni, ad opera di alcuni docenti e discenti della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, sono precise e molto garbate.


Curatore: Gianna Carla Marras, Riccardo Badini

Intrecci di Culture

Marginalità ed egemonia in America latina e Mediterraneo

 

Argomenti:

Luogo edizione: Roma

Edizione: Meltermi

Anno: 2008

ISBN: 978-88-8353-632-8

Collana: meltemi.edu

La risposta dell’America Latina ai fenomeni della modernità sembra smentire il rischio delle tendenze omologanti implicite nel processo di globalizzazione. Quei vasti settori socio-culturali che storicamente hanno subito veri e propri tentativi di rimozione o processi di marginalizzazione si inseriscono oggi nel tessuto della modernità proponendo spazi di riflessione critica in cui si avverte la portata politico-culturale delle popolazioni autoctone.


Curatore: Antonietta Dettori

Itinerari di ricerca linguistica e letteraria

 

Argomenti: Linguistica,Letteratura

Luogo edizione: Roma

Edizione: Carocci

Anno: 2008

ISBN: 8843044494

Collana: Quaderni del Dipartimento di Linguistica e Stilistica di Cagliari

II quinto volume dei Quaderni del Dipartimento di Linguistica e Stilistica dell'Università di Cagliari raccoglie contributi che vertono su argomenti liberamente scelti dai singoli autori. L'articolazione di temi e di approcci metodologici che ne deriva fa emergere la pluralità delle direttive di ricerca perseguite all'interno del Dipartimento. Una parte rilevante dei contributi di carattere linguistico affronta l'analisi di testi scritti. Diversificate le tipologie testuali prese in esame, che vanno dalle opere teatrali alla narrativa barocca e contemporanea, alle necrologie on line. Diversità di approcci anche in relazione al tema del plurilinguismo.


Curatore: G. Andrés

Altro sguardo

Racconti brevi di narratrici ispaniche

 

Argomenti: Letteratura

Luogo edizione: Roma

Edizione: Aracne

Anno: 2008

ISBN: 978-88-548-1967-2.

Collana:

Selezione antologica e traduzione in lingua italiana (ad opera degli studenti di Traduzione Letteraria dell’èquipe medi/AZIONE-1) di testi di micro-fiction scritti da narratrici spagnole e ispanoamericane degli ultimi anni del ‘900. Un genere narrativo apparentemente minore ma consolidato nella letteratura ispanoamericana (Borges, Cortazar, Monterroso...) e in grande auge in quella spagnola attuale, poco noto, invece –nonostante la stima espressa da Calvino, Lezioni americane– tra i lettori italiani.


Curatore: Joan Armangué y Herreo

Insula

Quaderno di cultura sarda

 

Argomenti:

Luogo edizione: Cagliari, Dolianova

Edizione: Arxiu de Tradicions, Grafica del Parteolla

Anno: 2008

ISBN: 978-88-89978-76-4

Collana: (n.4, dicembre)

“Insula. Quaderno di cultura sarda” è una rivista di ambizione accademica che pubblica, a scadenza semestrale, articoli relativi al contesto storico-archeologico e filologico-letterario della Sardegna. Edita dal Centro di Ricerca “Arxiu de Tradicions” presso la tipografia Grafica del Parteolla, ha uno speciale interesse nei confronti della storia linguistica dell’Isola. Vi sono veicolari tutte li lingue di cultura. Il num. 4 (dicembre 2008) raccoglie i seguenti articoli: Joan Armangué (Università di Cagliari), Ripopolamento e continuità culturale ad Alghero: l’identità epica; Mauro Maxia (Università di Sassari), Il Condaghe di Luogosanto. Un documento in sardo logudorese del primo Cinquecento; Aldo Sari (Università di Sassari), I teatri stabili ad Alghero nell’Ottocento; Constantino Vidal Salmeron (Universitat de Barcelona), Una mezuzà algueresa inèdita; Francesc Ballone (Università di Sassari), Català de l’Alguer: anàlisi instrumental d’un text oral; Roslyn M. Frank (University of Iowa), Evidence in Favor of the Palaeolithic Continuity Refugium Theory (PCRT): ‘Hamalau’ and its linguistic and cultural relatives. Tutti i numeri di “Insula” possono essere consultati in linea: http://www.sre.urv.es/irmu/alguer/.


Antonio Maccioni

Curatore: Riccardo Badini, Tiziana Deonette, Stefania Pineider

Arte y Vocabulario de la Lengua Lule y Tonocoté

 

Argomenti: Lessicografia

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: CUEC

Anno: 2008

ISBN: 8884674743

Collana: Scrittori sardi

Nella colonizzazione d'America si distingue l'opera dei missionari gesuiti che sperimentano, nell'ambito delle missioni, un'incursione nei codici culturali indigeni, portando avanti una marcata difesa strumentale dell'uso delle lingue precolombiane nel processo di evangelizzazione. Di questa sensibilità linguistica è prova l'opera di Antonio Maccioni che consta di una grammatica, di un vocabolario e di un catechismo redatto in duplice versione, estesa e semplificata come era in uso nella letteratura religiosa dell'epoca. Il testo, pubblicato per la prima volta a Madrid nel 1732 e ristampato a Buenos Aires nel 1877, è l'unica testimonianza di una lingua amerindiana scomparsa probabilmente tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento.

 


José Luis Ayala

Curatore: Riccardo Badini

Muyu Pacha / Tempo circolare

 

Argomenti: letterature straniere: testi

Luogo edizione: Iesa (SI)

Edizione: Gorée

Anno: 2008

ISBN: 8889605499

Collana: Voci della terra

All’interno del fenomeno della rinascita delle letterature nelle lingue indigene d’America, José Luis Ayala (Huancané Puno 1942) rappresenta la voce poetica più importante della poesia aymara del XX secolo. Il suo percorso poetico, iniziato da più di trenta anni e affiancato da una vasta produzione saggistica e in prosa profondamente ancorata al mondo andino, si pone sul crinale della sperimentazione e del recupero delle radici del mondo autoctono peruviano. Erede della scuola indigenista-avanguardista punegna degli anni ’20, Ayala attualizza e conferisce valori universali alla tradizione orale del mondo aymara. Una profonda fiducia nel ruolo creativo e critico che le culture autoctone hanno diritto ad assumersi in epoca di globalizzazione, anima costantemente i suoi versi proposti attraverso forme poetiche tradizionali ma soprattutto filtrati da una continua ricerca di nuove modalità espressive. Proprio grazie a questa esplorazione formale sia in lingua spagnola, con testi che si aprono a possibilità visuali con reminescenze di codici culturali indigeni, sia nella lingua aymara sviscerata nelle sue estranianti capacità espressive e metaforiche, Ayala rinnova la lezione avanguardista scovando nella modernità i passaggi per il fluire di un fecondo pensiero di altra provenienza.


Anna Mura Porcu

Curatore:

La lingua della prima stampa periodica in Sardegna (1793-1813)

 

Argomenti: Linguistica italiana

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: AM&D Edizioni

Anno: 2007

ISBN: 978-88-95462-08-0

Collana:

In questo volume si analizza la lingua dei primi giornali pubblicati in Sardegna tra Sette e Ottocento: il “Gazzettino ebdomadario”(1793), il “Giornale di Sardegna” (1795-96), il “Foglio periodico di Sardegna” (1812-13). Lo studio che, condotto sistematicamente su tutti i livelli linguistici, tiene presenti come ambiti di riferimento la prosa letteraria e la scrittura giornalistica ottocentesche, rileva in tutti i testi la compresenza dell’elemento linguistico tradizionale e di scelte fortemente innovative. Soprattutto nel lessico e nella sintassi i fogli sardi dimostrano di recepire la forte spinta all’ammodernamento che si manifesta nella lingua del primo Ottocento: è presente nel “Giornale” e nel “Foglio” una buona serie di nuove formazioni e di forestierismi, francesismi e anglismi, che riguardano diversi ambiti d’uso, da quello della lingua comune a quello sociale e politico, dall’ambito burocratico a quello tecnico-scientifico. Nel “Foglio periodico di Sardegna” l’osservanza dell’ordine diretto degli elementi della frase in periodi brevi e la presenza, a tratti, dello stile coupé francese, caratteristiche indotte dall’influenza di testate straniere, creano una prosa di tipo referenziale di media formalità.


Curatore: Thüne, Eva-Maria / Ortu, Franca (Hrsg.)

Gesprochene Sprache - Partikeln

Beiträge der Arbeitsgruppen der 2. Tagung Deutsche Sprachwissenschaft in Italien Rom 2006

 

Argomenti:

Luogo edizione:

Edizione: Peter Lang

Anno: 2007

ISBN: 978-3-631-57088-3

Collana: Deutsche Sprachwissenschaft international

Im Februar 2006 fand in Rom die zweite Tagung Deutsche Sprachwissenschaft in Italien statt. Im Rahmen dieser Tagung trafen sich mehrere Arbeitsgruppen; zwei davon legen hier ihre Ergebnisse vor. Im ersten Teil sind Beiträge zur Arbeitsgruppe Gesprochene Sprache (Leitung: Eva-Maria Thüne) versammelt. Sie betreffen neben der Gesprochene-Sprache-Forschung auch die Didaktik der gesprochenen Sprache aus der Perspektive der Auslandsgermanistik, die Interaktion im universitären DaF-Unterricht sowie Grenzbereiche von Schriftlichkeit und Mündlichkeit. Der zweite Teil enthält die Resultate der Arbeitsgruppe Partikeln (Leitung: Franca Ortu), wobei das Thema im weitesten Sinn zu verstehen ist. Von verschiedenen Ansätzen ausgehend, werden anhand authentischer Korpora und meist in kontrastiver Sicht Aspekte der Semantik sowie der Prosodie und Syntax dieser oft polyfunktionalen Wortkategorie untersucht


Harald Weinrich

Curatore: Franca Ortu

La lingua bugiarda

Possono le parole nascondere i pensieri?

 

Argomenti: Linguistica

Luogo edizione: Bologna

Edizione: Il Mulino

Anno: 2007

ISBN: 978-88-15-12035-9

Collana: Voci

In difesa dell'innocenza delle parole. Possono le parole nascondere i pensieri? La risposta, un'appassionata arringa contro una diffusa tradizione pessimistica, difende la «verità della lingua» e l'innocenza delle singole parole. Una fitta trama di rapporti lega il tema alla filosofia e alla teologia classiche, alla retorica, alla critica letteraria. Con raffinatezza e ironia Weinrich si muove fra Shakespeare e Goldoni, Piatone e Wittgenstein, cita i discorsi di Hitler e Eichmann per approdare alla conclusione che no, le parole non mentono: i segni linguistici sono fatti sia per il bene sia per il male, e dunque l'inganno non è nella lingua, ma sempre nell'uso che se ne fa.


Harald Weinrich

Curatore: Franca Ortu

Quante lingue per l'Europa

 

Argomenti: Linguistica

Luogo edizione: Cagliari

Edizione: CUEC

Anno: 2006

ISBN: ISBN 88-8467-310-0

Collana:

Europeista convinto, difensore della multiculturalità e del plurilinguismo, Weinrich sostiene con forza che perché si possa parlare di cultura politica europea è necessaria una comunicazione di alto livello culturale, nella tradizione dei classici, dell’illuminismo, del cristianesimo. È in questo quadro, in questa ottica, con queste solide basi che devono essere insegnate le lingue». Con queste parole il Preside della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Cagliari ha conferito a Harald Weinrich, linguista, filologo e letterato, la laurea honoris causa in Lingue e Letterature Moderne Euroamericane. Il volume raccoglie gli interventi pronunciati nel corso della cerimonia e la Lectio magistralis dello studioso tedesco sul tema del pluralismo linguistico in Europa, in cui trova spazio anche un’interessante riflessione sulla condizione della lingua sarda in una prospettiva nazionale ed europea. Infine il testo presenta un’accuratissima bibliografia che racchiude l’intera produzione dello studioso dal 1956 ai giorni nostri.


DIPARTIMENTO DI LINGUISTICA E STILISTICA Partita IVA 00443370929 Codice Fiscale 80019600925 - Area riservata
DIREZIONE - SEGRETERIA AMMINISTRATIVA: VIA S. Giorgio, 12 - 09124 CAGLIARI Tel. 070675 6300 6301 Fax 070675 6301 segrling@unica.it